Cantiere Aperto! Archeologia fognaria

Lo scavatore di professione, il mur-attore motivato diciamo, ha inscritto nel dna un segreto desiderio che spinge e carbura il suo stesso scavare… Si tratta dell’anelito, della romantica sehnsucht nei confronti della scoperta. Ad ogni colpo di pala, ad ogni spazzata di scopa, immagina di veder emergere antichi tesori: opere d’arte dimenticate, bronzi di Riace approdati ai suoi piedi dai lidi della grecità, residui di civiltà terramaricolo-precolombiane, ossa di sauri, antichi cassoni, tombe egizio-longobarde, ville pompeiane… Insomma lo scavatore in fondo in fondo (complemento di luogo più adatto sarebbe difficile a trovarsi) è un sognatore: il lontano orizzonte verso cui muove i suoi passi, rispetto a quello dei sognatori standard, è ruotato di 90° e tende al centro della Terra.
Pensate dunque cosa è accaduto quando tra residui di terra, calcinacci, argilla fangosa è apparsa ad un tratto la superficie di una volta in folio. Sconcerto, spasimo, trepidazione a palate! Con perizia di chirurgo il dottor-architetto Giovanni Giacomelli assistito dai presenti (scalpello… mazzetta… bisturi… palanchino…) ha delicatamente rimosso un mattone dalla volta… e cosa è tornata alla luce?!
Un antichissima fogna dell’inizio del 1900… Meglio, siamo più precisi: la fossa settica dei bagni adiacenti ai camerini. E voi direte che schifo! Che scoperta di “merda”! E invece no, guardate le foto, fatevi un giro dentro alla fossa settica: non è bella? Guardate l’arte con cui è costruita la volta in folio!
E poi anche se fosse una scoperta di “merda”: Piero Manzoni ci ha insegnato che valore possa avere la “merda d’artista”… e qui di merda d’artista (generazioni e generazioni di attori) ce n’è a palate!
Che dite, se la vendiamo la ristrutturazione del teatro riusciamo a finanziarla?

 

Report dei lavori:

- è proseguito lo scavo nella zona magazzino e nella zona pubblico;

- è iniziata la costruzione di due paratie in legno di chiusura ;

- è stata rinvenuta una fossa settica dell’inizio del ’900.

 

Durata dei lavori: 4 ore e 30 minuti circa

Temperatura percepita:  10 gradi.

 

 

IMG_6658 copia_lt _MG_6657 copia_lt _MG_6654 copia_lt _MG_6651 copia_lt _MG_6642 copia_lt _MG_6632 copia_lt _MG_6620 copia_lt _MG_6618 copia_lt _MG_6615 copia_lt _MG_6595 copia_lt _MG_6587 copia_lt


TORNA INDIETRO