ED HO IN MENTE TE

Ogni mattinaaa uoh uoh! ed ogni seraaa uoh uoh! ed ogni noootte ho in meeente teeee!
Caro Teatro Sociale di Gualtieri, ti amiamo, ormai è chiaro, limpido, dichiarato e palese. Rinnoviamo a te la nostra dedizione ogni sera, ti accarezziamo e ci prendiamo cura di te, dei tuoi spazi fino al più piccolo chiodino arrugginito.

Al suono sempreverde degli Equipe 84 selezionato da DJ Enrico, si è aperta la serata di Cantiere Aperto e una leggera leggerezza si è instillata negli animi. Quelle gentili manine che ormai ben conosciamo hanno ripreso a smontare velluti e, lavora-lavora e schioda-schioda, a fine serata Alessandra si è aggiudicata l’ingresso al Guinness dei Primati con i suoi tre velluti smontati in una sera sola generando simpatiche invidie e ironici malumori nelle colleghe rose dalla rabbia e rese, con gli strumenti in mano, quanto mai minacciose (abbiamo le foto!).

Ai piani superiori, dopo una meticolosa aspirazione della polvere accumulata sui pavimenti, sono state portate le due bare che si trovavano al piano terra. Cosa ci facevano due bare in Teatro?! Una di queste aveva partecipato nel ruolo di attrice a Progetto Ligabue assieme a Mario Perrotta che sedeva al suo interno nell’inscenare il solenne funerale di Antonio Ligabue in Piazza Bentivoglio la scorsa estate. In attesa di ritornare a tempi scenici gloriosi come quelli, doveva trovare una sistemazione.
E così: “Ohhh…isssah! Ohhhh…issah!” forti braccia l’hanno imbragata e i Titani l’hanno sollevata fin sùsù nel sottotetto. Assieme alla sua amica.

Mancava all’appello il buon Mastro Giovanni e così la posa dell’isolante in biglietteria è stata rimandata di una settimana ma in compenso abbiamo avuto visite ! A circa metà della serata, quando la stanchezza incominciava a farsi sentire e la voglia di Pausaa cominciava a fare capolino, ecco spuntare Dario Nizzoli & Moglie: “Siamo venuti a trovarvi con un po’ di viveri”.

E come non commuoversi di fronte a quel tavolo di legno in platea che sosteneva tutto quel Ben di Dio e pareva dirci: “Beh, cosa aspettate?

Una calda zuppa di cannellini di Diego, la crostata delicatissima alla marmellata della Palmina, i friabili biscotti appena sfornati di Nizzoli, la brazadèla ferrarese della Giusy&Lorenzo, il Vov di Vittorio Ma più boun e le frizzanti bollicine di una bottiglia di spumante per un brindisi beneaugurante ci hanno presto confortati portandoci la promessa di una battaglia culinaria a suon di mestoli che si consumerà una delle prossime serate: il “nostro” fidato Diego Rosa sfiderà l’insuperabile Dario Nizzoli.

Chi vincerà? Una giuria di MurAttori affamati ce lo svelerà.

Report dei lavori:

-       Sezione “Restauro arredi storici”: prosegue l’operazione di smontaggio dei velluti dai cuscini. Il velluto-prototipo lavato sulle indicazioni di Nicoletta è stato nei giorni scorsi estratto dall’acqua di lavaggio e disteso per la asciugatura;
-       Sezione “Inventario”: trasportate due bare nei locali del sottotetto;
-       Sezione “Laboratorio-officina”: montati due scaffali metallici;
-       Sezione “Ragnatela invisibile”: proseguono le operazioni relative alle future zone di passaggio cavi;
-       Sezione “Cambusa”: zuppa di cannellini di Diego, crostata alla marmellata + torta salata della Palmina, brazadèla ferrarese della Giusy e Lorenzo, Vov di Vittorio, biscotti e spumante di Nizzoli.

Durata dei lavori: 4 ore

Temperatura percepita: 5 gradi

2016-03-03_CA_042016-03-03_CA_07 2016-03-03_CA_132016-03-03_CA_142016-03-03_CA_152016-03-03_CA_172016-03-03_CA_18 2016-03-03_CA_21 2016-03-03_CA_24 2016-03-03_CA_25 2016-03-03_CA_26 2016-03-03_CA_28 2016-03-03_CA_30 2016-03-03_CA_32 2016-03-03_CA_352016-03-03_CA_33 2016-03-03_CA_44 2016-03-03_CA_46 2016-03-03_CA_49 2016-03-03_CA_522016-03-03_CA_06

2016-03-03_CA_05

2016-03-03_CA_53 2016-03-03_CA_55 2016-03-03_CA_57 2016-03-03_CA_58 2016-03-03_CA_59 2016-03-03_CA_60 2016-03-03_CA_61 2016-03-03_CA_63 2016-03-03_CA_65 2016-03-03_CA_67

 

 


TORNA INDIETRO