IL TEATRO A 360°

Sala principale | oggi

La sala per come si presenta oggi dopo due anni di Cantiere Aperto… Il tavolato in legno della platea è stato restaurato centimetro per centimetro, ognuna delle tavole originarie è stata conservata. Le parti mancanti sono state completate con assi d’abete evaporato. Per la finitura sono stati scelti prodotti ad olio che preservano la traspirazione e la naturalità del legno.
In questa fotografia panoramica è visibile la configurazione solitamente più utilizzata: il teatro rovesciato. Dove un tempo era il palcoscenico oggi sta il pubblico e dove un tempo era il pubblico oggi stanno gli attori, i performers e i musicisti…
Le configurazioni tuttavia sono molteplici: la parte frontale della platea (quella più inclinata) è costituita da 8 moduli con i quali è possibile impostare 4 configurazioni diverse a seconda dell’utilizzo che si vuol fare del teatro (è possibile ricavare anche un piccola buca dell’orchestra).

 

Sala principale | 2012 (1775)

La sala principale per come si presentava nel 2012 durante i lavori di restauro dell’assito ligneo. Dopo la rimozione del tavolato in abete è stata trovata terra… Rimossa la terra (120 metri cubi) è stato scoperto e recuperato il pavimento in cotto del Teatro Settecentesco dell’ingegner-architetto Giovan Battista Fattori (1775). In questa foto panoramica scattata prima della ricollocazione del tavolato in legno è ben visibile il pavimento del teatrino settecentesco e il livello a cui si trovava il piano di calpestio rispetto ad oggi…

 

Sala principale | 2009

La sala principale per come si presentava nel marzo del 2009 dopo i primissimi lavori di completamento della tavolato in legno… Dal 2009 è trascorso molto tempo e i lavori portati avanti dall’associazione sono stati innumerevoli.
La platea dopo la data di questo scatto è stata levigata e verniciata due volte (estate 2009). Nel 2011 è stata poi smontata completamente (le assi minate dall’umidità cominciavano a cedere): liberata dalla terra è stata costruita una nuova struttura portante, restaurato e ricollocato l’assito storico, nuovamente levigata e “verniciata” ad olio.

 

Sottotetto

Questa sala è collocata nel sottotetto, esattamente sopra la platea: uno spazio magnifico dal quale si domina Piazza Bentivoglio. Nel futuro speriamo che questo spazio possa ospitare una sala prove per corsi, laboratori e soprattutto per residenze.
Per ora è un ottimo spazio per pensare, sognare e guardare lontano…

 

Torre nord-ovest

Questo spazio si trova all’interno del torrione di nord-ovest. Un tempo era prigione: c’è ancora la vecchia porta di una cella con inciso il nome di Pietro Boroncelli di Santa Vittoria, imprigionato nel 1833.  Negli anni ’50 è diventata latrina… Prossimamente, dopo Cantiere Aperto 2014, sarà il laboratorio-officina del Teatro Sociale di Gualtieri.

 

© 2010 - Giorgia Maria Liguori – Rita Conti – Riccardo Paterlini -Teatro Sociale Gualtieri