Bozzoli

Bozzoli
Créature Ingrate

Debutto nazionale

Donne di tutte le età, soprattutto giovani,
e di svariate classi sociali,
si sono avvicinate al mercato del sesso
riuscendo, del tutto o in parte, a sbarcare il lunario […].

Due donne in scena, un tavolo, due racconti della stessa storia.
Rita, trentenne italiana, ha perso il lavoro durante la pandemia di Covid-19 e non sa più come pagare le bollette. Decide, così, di iscriversi a una piattaforma di vendita di contenuti erotici e inizia la sua avventura tra pregiudizi e piacevoli scoperte, tra minacce di outing e autonomia economica.

Prendendo come spunto la pandemia, la perdita del lavoro e la scoperta del mercato sessuale di una ragazza sui trent’anni, lo spettacolo vuole essere una riflessione sui modi di vedere il lavoro e il proprio corpo, viaggiando tra le riflessioni e le contraddizioni di chi sceglie di fare questo mestiere.

Secondo L’ILO, l’International Labour Organization, a livello mondiale la crisi economica dovuta alla pandemia Covid-19 è stata pagata principalmente dalle donne. In Italia a dicembre 2020 su 101.000 posti di lavoro persi, 99.000 erano occupati da donne (dati ISTAT).

Durante la pandemia il numero di ragazze, donne, che si sono lanciate nel sesso a pagamento online è aumentato in maniera esponenziale. OnlyFans, un sito web in cui gli utenti possono iscriversi per vendere contenuti espliciti online, ha registrato un aumento del 85% (4 milioni di neo utenti) delle nuove iscrizioni. Donne di tutte le età, soprattutto giovani, e di svariate classi sociali, si sono avvicinate al mercato del sesso riuscendo, del tutto o in parte, a sbarcare il lunario o a contribuire alle spese familiari, ma anche affrontando la violenza che circonda oggigiorno questa fonte di reddito (si è registrato un netto aumento dei casi di condivisione non consensuale di materiale intimo) e i pregiudizi attorno ad esso.

Il racconto, come un monologo a due voci, si lega ad oggetti e video in diretta che raccontano i paesaggi dell’intimo. Realtà e finzione si confondono, i confini risultano sfumati, gli oggetti e la video-live sono usati per creare diversi piani di senso. S’intende stare sul confine tra il teatro di narrazione e i linguaggi performativi e visuali, per creare un’esperienza che possa stimolare su molteplici livelli il pubblico.

di Créature Ingrate
con Silvia Torri e Rita Giacobazzi
dramaturg Valentina Sanseverino
scenotecnica Federica Buffoli
con il sostegno di Qui e Ora Residenza Teatrale, Risonanze Network
progetto vincitore Premio Cantiere Risonanze 2021
foto Elisa Nocentini, Giulia Martini

Quando
giovedì 21 luglio
ore 21.30

Durata
60 minuti

Biglietteria / Prenotazioni
Intero > 14 €
Ridotto under 30 > 8 €
Ridotto under 14 > 4 €
Vai alla Biglietteria

Nel programma di
Stagione 2022
Terreni fertili festival
— Nuove produzioni

FacebookWhatsAppEmailTwitter