Simurgh

sab. 14 / 09 / 2019
ore 22.00
50 minuti
Biglietteria
Evento gratuito
offerto dal Comune di Gualtieri nel contesto di Viaggio a Gualtieri 2019
Piazza Bentivoglio
ATTENZIONE!
In caso di maltempo lo spettacolo verrà annullato e sarà recuperato in occasione della prossima edizione di Viaggio a Gualtieri.

Simurgh
Teatro dei Venti

Nel contesto di Viaggio a Gualtieri 2019 il Comune di Gualtieri, con la collaborazione organizzativa del Teatro Sociale, offre a tutti uno spettacolo d’eccezione.

C’è stato un tempo in cui gli uccelli vivevano in una città magnifica, lontana dalla terra degli uomini. Intessuta di filo di nuvola e aghi di vento, il piacere e l’armonia regnavano su di essa. Mai si sarebbe potuta immaginare la sua fine, finché, trascinati dalla curiosità, i suoi abitanti precipitarono in mezzo agli uomini.
Molte furono le cose che gli uccelli dovettero imparare dal principio e passarono anni in cerca della loro guida, Simurgh, senza riuscire a trovarla… Ad un tratto gli uccelli smisero di viaggiare e cominciarono a lottare tra loro: erano battaglie feroci, a cui gli uomini assistevano increduli. Battaglie nelle quali la bellezza di esseri così grandiosi si mescolava alla crudezza della lotta. Battaglie nelle quali leggerezza e forza stavano in equilibrio perfetto.
In una notte d’estate dall’aria frizzante e dal cielo terso, le ultime due famiglie rimaste decisero di darsi battaglia nella piazza principale di una bellissima cittadina. I muri, i pozzi, le finestre della piazza fecero da trespolo alle loro acrobazie e furono testimoni silenziosi di quell’ultimo scontro. Quando fu impossibile distinguere l’uno dall’altro, il cigno dallo sparviero, il gufo dall’upupa, per le misere spoglie rimaste sul campo… ecco che si vide nascere Simurgh, re degli uccelli, fine di un tempo e principio di un altro.

Simurgh è un sogno, una visione magica che nasce e svanisce davanti gli occhi del pubblico grazie a otto attori, due musicisti e agli elementi tipici del teatro di strada. Coreografie e azioni sceniche si intrecciano con musiche originali e suggestioni sonore provenienti dalle montagne di Epiro, Bulgaria e Macedonia.
Attraverso enormi uccelli alati, acrobazie sui trampoli e grandi macchine teatrali, lo spettacolo racconta un mito di fondazione che viene dal Medio Oriente ed è tratto dal poema persiano Il Verbo degli uccelli, scritto nel 1177 da Farīd al-Dīn ʿAṭṭār. Il poema narra della caduta della “città degli uccelli” in mezzo agli uomini.

regia Stefano Tè

con Oksana Casolari, Francesco Bocchi, Laura Bruni, Daniele De Blasis, Francesca Figini, Davide Filippi, Antonio Santangelo e Elisa Vignolo

musiche dal vivo Luca Cacciatore e Igino L. Caselgrandi
consulenza alla regia
Mario Barzaghi
consulenza alla drammaturgia Francesco Chiantese

costumi e accessori
Teatro dei Venti

produzione Teatro dei Venti
coproduzione Teatro nel Bicchiere – Petit Festival Itinerante, Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola e CERS – Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche
con il sostegno di Regione Emilia-Romagna

foto Chiara Ferrin

Nel programma di
Viaggio a Gualtieri

FacebookWhatsAppEmailTwitter