dettaglio da René-Antoine Houasse, Apollo et Daphne, 1677

VOLT
Laboratori di teatro
ad alto potenziale

settima edizione 2024

VOLT è un progetto promosso da Associazione Teatro Sociale di Gualtieri che offre e mette a sistema una serie di laboratori di teatro gratuiti rivolti agli alunni e alle alunne dell’Istituto Comprensivo di Gualtieri e Boretto. Per questa settima edizione 2023/2024 sono sei i laboratori attivati.

I laboratori teatrali sono pensati come percorsi di formazione, apprendimento creativo e sano divertimento, per sviluppare maggiore coscienza individuale e migliore relazione con gli altri. I laboratori, inoltre, sono intesi come “esperienze differenziali” rispetto ad altre attività del tempo libero e alla didattica scolastica. Si sperimenterà con il linguaggio e con la voce, con il corpo e il movimento, con lo spazio e con il tempo; si giocherà, si danzerà, si reciterà; si ragionerà di tematiche rilevanti della società contemporanea discutendole con la leggerezza e lo sguardo dei più piccoli.

Per raggiungere questi obiettivi Volt prevede la congiunzione di tre elementi: un unico tema generale, comune a tutti i laboratori, che possa stimolare numerose e differenti interpretazioni sia a livello di pensiero che di azione teatrale; uno spettacolo finale collettivo, nel quale tutti i laboratori concorrono insieme alla sua realizzazione complessiva; un contesto paesaggistico per la realizzazione dello spettacolo, che possa risuonare con il tema generale e che permetta un’esperienza di teatro inedita e comunitaria.

Periodo di svolgimento » da inizio febbraio a metà maggio 2024
Partecipare » tutti i laboratori sono gratuiti! È obbligatoria l’iscrizione (link sotto)
Partecipanti » i laboratori saranno attivati con un minimo di 12 iscritti. Max 25 posti

Data spettacolo finale » sabato 11 maggio (in caso di maltempo, il recupero è fissato al sabato successivo, 18 maggio)
Data prova generale » venerdì 10 maggio (in caso di maltempo, il recupero è fissato al venerdì successivo, 17 maggio)
Attenzione » Tutti gli iscritti dovranno mantenersi liberi da altri impegni nelle giornate dedicate alla prova generale e allo spettacolo finale, comprese le date di recupero.

GUALTIERI
SCUOLA PRIMARIA
Tempo normale
a cura di Claudia Rossi Valli

  • 12 incontri a cadenza settimanale
  • 1.5 ore per ogni incontro
  • ogni lunedì – dalle 14.30 alle 16.00
  • inizio lunedì 5 febbraio
  • presso Centro Sociale Olimpia di Gualtieri (Bocciodromo)

GUALTIERI
SCUOLA PRIMARIA
Tempo pieno
a cura di Tommaso Monza

  • 12 incontri a cadenza settimanale
  • 1.5 ore per ogni incontro
  • ogni lunedì – dalle 16.15 alle 17.45
  • inizio lunedì 5 febbraio
  • presso Centro Sociale Olimpia di Gualtieri (Bocciodromo)

GUALTIERI
SCUOLA SECONDARIA I GRADO
Per tutte le classi
a cura di Claudia Mosconi

  • 12 incontri a cadenza settimanale
  • 1.5 ore per ogni incontro
  • ogni martedì – dalle 13.30 alle 15.00
  • inizio martedì 6 febbraio
  • presso Centro Sociale Olimpia di Gualtieri (Bocciodromo)

BORETTO
SCUOLA PRIMARIA
Tempo normale
a cura di Magda Mantovani

  • 12 incontri a cadenza settimanale
  • 1.5 ore per ogni incontro
  • ogni giovedì – dalle 14.30 alle 16.00
  • inizio giovedì 1 febbraio
  • presso Scuola Primaria di Boretto (Mansarda)

BORETTO
SCUOLA PRIMARIA
Tempo pieno
a cura di Davide Villani

  • 12 incontri a cadenza settimanale
  • 1.5 ore per ogni incontro
  • ogni giovedì – dalle 16.15 alle 17.45
  • inizio giovedì 1 febbraio
  • presso Scuola Primaria di Boretto (Mansarda)

BORETTO
SCUOLA SECONDARIA I GRADO
Per tutte le classi
a cura di Federico Russo

  • 12 incontri a cadenza settimanale
  • 1.5 ore per ogni incontro
  • ogni martedì – dalle 13.30 alle 15.00
  • inizio martedì 6 febbraio
  • presso Scuola Primaria di Boretto (Mansarda)

Gesta epiche, vicende tragiche, pulsioni umane, destini e traiettorie individuali e collettive, trasformazioni desiderate o subite: nelle Metamorfosi di Publio Ovidio Nasone ci sono tutte le tensioni e le dinamiche che contraddistinguono, nel bene e nel male, l’agire umano e le conseguenze del suo agire nel contesto sociale.

Il capolavoro del poeta latino (43 a.C. – 18 d.C.), fonte insesauribile di ispirazione per tantissimi artisti e autori di epoche successive fino ai giorni nostri, ci sembra un ambiente ideale – ricco, sfaccettato e controverso – nel quale calare questa edizione di Volt.

L’esperienza teatrale che i laboratori attiveranno potrà trovare innumerevoli spunti fra le pagine di questo poema epico-mitologico: nel gioco della trasformazione, per scoprire metamorfosi possibili e sviluppare maggiore consapevolezza di sé stessi; nella riflessione sui temi che emergono dalle vicende narrate, per ritrovarli e ridiscuterli nella contemporaneità; con coreografie e azioni di gruppo, incarnando gli dèi e gli umani, raffigurandone conflitti e pacificazioni, ricercando nuovi equilibri per la dimensione collettiva; nell’atto recitativo, per scoprire ed esercitare la potenza della voce e del linguaggio della poesia.

Con gli strumenti del teatro e la cura attenta dei conduttori dei laboratori, questa settima edizione di Volt sarà occasione per immaginare e mettere in scena – di fronte a tutto il pubblico nel grande evento finale collettivo – quelle metamorfosi che il nostro mondo contemporaneo sembra richiederci per renderlo un luogo migliore.

volt2022-odissea-20220521-benelli-06
ODISSEA, edizione 2022, spettacolo finale, foto di Lorenzo Benelli

Laboratori a cura di

Scuola Primaria di Gualtieri (tempo normale)

Claudia Rossi Valli si forma come danzatrice al corso di teatro danza della Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano e continua la propria formazione in Italia e all’estero. Nel 2012 vince una borsa di studio per ADF American Dance Festival (USA). Come interprete danza per Compagnia Teatro Danza Tiziana Arnaboldi (CH) dal 2014 al 2017. E’ danzatrice della Compagnia Zappalà Danza (IT) dal 2015 e dal 2016 della Compagnia Abbondanza/Bertoni. Parallelamente all’attività da interprete, Claudia porta avanti il proprio interesse per la coreografia. Nel 2016 fonda insieme all’artista Tommaso Monza la Compagnia Natiscalzi Danza Teatro, ospite dei più importanti Festival nazionali. Nel 2020 diventa artista associata della Compagnia Abbondanza/Bertoni. Claudia lavora come insegnante di danza contemporanea, teatro danza e composizione coreografica dal 2013, guidando corsi differenti, da progetti speciali per non-danzatori a corsi di perfezionamento e avviamento professionale.

Perchè VOLT: dopo aver conosciuto da vicino la realtà del Teatro Sociale di Gualtieri, ciò che rappresenta per il territorio e come porta avanti il proprio pensiero artistico e progettuale, e dopo aver assistito da curiosa spettatrice allo spettacolo finale dell’edizione di Volt 2019, sono sinceramente contenta e grata di entrare a far parte di questa squadra. Un impegno importante che cerco di portare avanti è quello di condividere con colleghi ed allievi le mie esperienze come artista, per continuare a crescere insieme e portare passione e divertimento nel gioco-serio del teatro e dell’arte del movimento.

Scuola Primaria di Gualtieri (tempo pieno)

Dopo gli studi di scultura fatti all’accademia di Brera di Milano si avvicina al teatro danza e alla danza contemporanea. Negli anni ha potuto studiare e lavorare con i maestri dell’arte coreutica nazionale e internazionale, legandosi particolarmente alla compagnia Abbondanza/Bertoni.
Ad oggi è coreografo e assieme a Claudia Rossi Valli ha fondato la compagnia Natiscalzi DT presente in diversi festival italiani fra i quali OrienteOccidente, Vignale Monferrato Festival, Fabbrica Europa.
Tommaso Monza è sostenuto nella sua produzione da diversi enti oltre alla compagnia Abbondanza/Bertoni, quali : fondazione Piemonte dal Vivo, cid cantieri, Anghiari dance hub, Marche Teatro, Teatri di Vita, Officine Caos, Residenze Idra, Teatro Due Mondi.

Perche VOLT? Il progetto Volt mi è parso subito un ottimo processo artistico con un obbiettivo molto alto: una comunità teatrante. La visionarietà del progetto mi ha dato la carica per prenderne parte!

Scuola Secondaria di Gualtieri

Claudia Mosconi, attrice e autrice teatrale. Si forma come attrice in Francia, al Cours Florent di Parigi. Approccia molti stili nella sua carriera, lavorando con The Kitchen Company, Fanny & Alexander, la Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino, Theâtre de la Réncontre de Bordeaux, Mario Perrotta etc. Autrice di testi teatrali composti sia in italiano che in francese, tra il 2015 e il 2016 dirige un progetto sperimentale a Quito, Ecuador. Realizza inoltre burattini in cartapesta che danno vita a spettacoli per ragazzi da lei creati e che rappresenta con il nome di Sirene dal Cappello.

Perché VOLT: perché non è il “solito” laboratorio teatrale: VOLT respira e prende la sua energia dall’idea di collettività, di mettere in comune e in dialogo la ricerca e la creazione di ogni gruppo. Credo che stia qui la sua forza e, da conduttrice di due laboratori, ciò che mi ha attratto: in un presente in cui la realtà è sempre più autoreferenziale e circoscritta al sé, VOLT mette conduttori e ragazzi all’interno di un “noi” che trovo educativo, stimolante e veramente arricchente.

Scuola Primaria di Boretto (tempo normale)

Laurea triennale in Culture e Diritti Umani e laurea magistrale in Relazioni internazionali, conseguite entrambe presso la facoltà di Scienze Politiche dell’università di Bologna. Durante e dopo gli studi ha lavorato come educatrice presso Cooperativa I.G. di Villa Poma oltre a collaborare per diversi anni con Teatro Magro di Mantova, occupandosi di promozione e vendita spettacoli, performance e laboratori teatrali. Alla ricerca di stimoli costanti, continua a seguire corsi di formazione e seminari inerenti l’ambito teatrale, venendo in contatto con artisti come Mamadou Dioume, Horacio Czertok e Cora Herrendorf (Teatro Nucleo), Silvia Calderoni (Motus) e altri.

Perché VOLT: conosco il Teatro Sociale di Gualtieri come spettatrice e mi ha sempre trasmesso sensazioni accoglienti e stimolanti. Il progetto VOLT mi è subito parso un’occasione per mescolare la mia esperienza con quella delle persone che gravitano attorno al TSG e per lasciarmi contaminare. Senza tralasciare il fatto che, condurre laboratori teatrali, mi piace proprio.

Scuola Primaria di Boretto (tempo pieno)

Dopo la laurea magistrale in discipline dello spettacolo dal vivo conseguita all’Università di Bologna nel 2011, inizia la sua attività di educatore teatrale presso diverse scuole e associazioni nelle province di Parma, Reggio Emilia e Modena. Nel 2012 è tra i fondatori dell’Associazione Culturale “Le Rane” con sede a Castelnovo di Sotto (RE) dove svolge il ruolo di insegnante e formatore per bambini e adolescenti. Nel corso degli anni ha partecipato a seminari e laboratori con artisti importanti del panorama teatrale come Oscar De Summa e Antonio Fava.

Perchè VOLT? Da sempre credo che il teatro sia prima di tutto uno strumento formativo e non un fine, un trampolino di lancio per la scoperta della propria espressività e capacità relazionale. 

Scuola Secondaria di Boretto

Federico Russo, danzatore freelance, inizia la sua formazione di danza dall’età di 5 anni. Dal 2014 al 2017 inizia a lavorare nella compagnia giovani di Virgilio Sieni. Si diploma in arti visive e figurative e decide di approfondire lo studio della danza e del teatro presso la formazione professionale internazionale “Studio XL”; questo passaggio gli ha dato l’opportunità di lavorare con realtà nazionali e internazionali e conoscere coreografi e compagnie di rilievo quali Flockworks (Germania), Yankalle (Israele), Aterballetto (Italia), Natiscalzi DT (Italia). Durante la formazione conosce il coreografo Roberto Tedesco, con il quale partecipa al progetto “Microdanze” di Aterballetto. Nel 2021 diviene danzatore per la compagnia Natiscalzi DT, partecipando a festival di rilievo nazionale e internazionale in spettacoli quali “Lo Schiaccianoci” , “Annotazioni per un Faust” e “Divino”. Dal 2015 ad oggi lavora con la disabilità: insieme alla cooperativa CORESS realizza e prende parte a produzioni artistiche dove ciò che è considerato “diversità” diviene forza ispiratrice da valorizzare.

Perchè VOLT? Volt lo definirei “un contenitore di condivisione”, capace di portare il gioco serio del teatro nel mondo dei ragazzi e studenti; dove proprio loro saranno protagonisti e fonte ispiratrice, oltre ad essere l’occasione per molti di scoprirsi e sperimentare; come lo sarà per me. Un luogo per potermi mettere in gioco, apprendendo e confrontandomi con un team esperto, portando la mia esperienza da danzatore. Sono grato e felice di entrare a far parte di un processo artistico così alto e stimolante.

Contatti

Associazione Teatro Sociale di Gualtieri
Rita Conti — 348 358 0805
Marco Piardi — 349 353 1165
volt@teatrosocialegualtieri.it

VOLT È PARTE DI
IN COLLABORAZIONE CON
IN COLLABORAZIONE CON
IN COLLABORAZIONE CON